AFORISMI SUL DOLORE



A volte è più difficile privarsi di un dolore che di un piacere.
(Francis Scott Fitzgerald)

Che cos'è il piacere, se non un dolore straordinariamente dolce.
(Heinrich Heine)


Chi non ha pretese non ha neanche dispiaceri.
(Pier Paolo Pasolini)

Chiunque può simpatizzare col dolore di un amico, ma solo un animo nobile riesce a simpatizzare col successo di un amico.
(Oscar Wilde)

Ci vuole più coraggio per soffrire che per agire.
(Sören Kierkegaard)

Così come si provocano o si esagerano i dolori dando loro importanza, nello stesso modo questi scompaiono quando se ne distoglie l'attenzione.
(Sigmund Freud)

Così noi viviamo, per sempre prendendo congedo.
(Rainer Maria Rilke)

E' proprio vero che la maggior parte dei mali che capitano all'uomo sono cagionati dall'uomo.
(Plinio il Vecchio)

E' sincero il dolore di chi piange in segreto.
(Marziale)

Era questo la vita: un sorso amaro.
(Umberto Saba)

Ho una sola passione, quella della luce in nome dell'umanità che ha tanto sofferto e che ha diritto alla felicità.
(Émile Zola)

I più grandi dolori sono quelli di cui noi stessi siamo la causa.
(Sofocle)

In realtà, quei tormenti che si attribuiscono al più oscuro inferno, sono tutti qui nella vita.
(Lucrezio)

L'unico modo di conoscere davvero i problemi è accostarsi a quanti vivono quei problemi e trarre da essi, da quello scambio, le conclusioni.
(Ernesto Che Guevara)

La gioia rende l'uomo socievole, il dolore lo allontana dagli altri.
(Christian Friedrich Hebbel)

La necessità ha la faccia di cane.
(Gabriel García Marquez)

La ricerca della felicità è più importante del bisogno di dolore.
(Paulo Coelho)

La sofferenza è forse l'unico mezzo valido per rompere il sonno dello spirito.
(Saul Bellow)

La vita non è altro che un brutto quarto d'ora, composto da momenti squisiti.
(Oscar Wilde)

La vita umana è come un pendolo che oscilla incessantemente fra noia e dolore, con intervalli fugaci, e per di più illusori, di piacere e gioia.
(Arthur Schopenhauer)

L'amicizia è un tormento in più.
(Sören Kierkegaard)

L'amore comincia con balli e canti e finisce con pene e pianti.
(Proverbio Popolare)

L'amore ha più fiele che miele.
(Ovidio)

L'anima è piena di stelle cadenti.
(Victor Hugo)

Le cose non sono mai così terribili da non poter peggiorare.
(Antonio Fogazzaro)

Le lacrime non sono espresse dal dolore, ma dalla sua storia.
(Italo Svevo)


Le opere, come nei pozzi artesiani, salgono tanto più alte quanto più a fondo la sofferenza ha scavato il cuore.
(Marcel Proust)

Mangiare carne è digerire le agonie di altri esseri viventi.
(Marguerite Yourcenar)

Né la ricchezza più grande, né l'ammirazione delle folle, né altra cosa che dipenda da cause indefinite sono in grado di sciogliere il turbamento dell'animo e di procurare vera gioia.
(Epicuro)

Nessun cuore ha mai provato sofferenza quando ha inseguito i propri sogni.
(Paulo Coelho)

Niente allevia le nostre sofferenze come quelle dei nostri amici.
(Roberto Gervaso)

Non c'è dolore più grande della perdita della terra natia.
(Euripide)

Non c'è nessun maggior dolore che ricordarsi del tempo felice nella miseria.
(Dante Alighieri)

Non è vero che i mariti, quando vedono una bella donna, si dimenticano di essere sposati. Al contrario, se lo ricordano dolorosamente.
(Anonimo)

Non siate ingordi di avventure se non sapete affrontare le sventure.
(Proverbio Cinese)

Ogni cosa, finché dura, porta con sé la pena della sua forma, la pena d'esser così e di non poter essere più altrimenti.
(Luigi Pirandello)

Ogni uomo sensibile prova un sentimento di dolore, o una commozione, un senso di malinconia, fissandosi col pensiero in una cosa che sia finita per sempre (...) La cagione di questi sentimenti è quell'infinito che contiene in se stesso l'idea di una cosa terminata.
(Giacomo Leopardi)

Per quanto possiamo cadere, mai potremo precipitare al di sotto delle braccia di Dio.
(William Penn)

Per un vero uomo religioso nulla è tragico.
(Ludwig Wittgenstein)

Più della psicologia stessa, la sofferenza la sa lunga in materia di psicologia.
(Marcel Proust)

Più intelligenza avrai, più soffrirai.
(Arthur Schopenhauer)

Quando i potenti litigano ai poveri toccano solo dei guai.
(Fedro)

Quando siete felici guardate nella profondità del vostro cuore e scoprirete che ciò che ora vi sta dando gioia è soltanto ciò che prima vi ha dato dispiacere. Quando siete addolorati guardate nuovamente nel vostro cuore e vedrete che in verità voi state piangendo per ciò che prima era la vostra delizia.
(Kahlil Gibran)

Salutarsi è una pena così dolce, che ti direi addio fino a domani.
(William Shakespeare)

Se piangi di gioia, non sprecare le tue lacrime: le stai rubando al dolore.
(Paul-Jean Toulet)

Se vuoi salire fino al cielo devi scendere fino a chi soffre e dare la mano al povero.
(Anonimo)

Si gusta doppiamente la felicità faticata.
(Baltasar Gracián)

Si piange quando si grida all'ingiustizia.
(Italo Svevo)

Soffrire per l'assenza di chi si ama è un bene in confronto a vivere con chi si odia.
(Jean de La Bruyère)

Tutte le grandi gioie si somigliano nei loro effetti, a differenza dei grandi dolori che hanno una scala di manifestazioni molto variata.
(Ippolito Nievo)

Tutti gli uomini sanno dare consigli e conforto al dolore che non provano.
(William Shakespeare)

Un ipocondriaco può soffrire in molti modi, ma mai in silenzio.
(Anonimo)

Un uomo che medita la vendetta, mantiene le sue ferite sempre sanguinanti.
(Francis Bacon)

Un vecchio amore è come un granello di sabbia, in un occhio, che ci tormenta sempre.
(Voltaire)

Una parola ci libera di tutto il peso e il dolore della vita: quella parola è amore.
(Sofocle)


Iscriviti alla Newsletter


...per ricevere le nostre pillole di buonumore.