AFORISMI SULL'EDUCAZIONE



Anche i fanciulli ben nati debbono essere educati.
(Proverbio Popolare)

Aprite una scuola, chiuderete un carcere!
(G. Bovio)


Condurre l'uomo alla piena chiarezza di se stesso [...] a conoscere la sua vera vocazione e riempirla spontaneamente e liberamente.
(F. Froebel)

Congratularsi vuol dire esprimere con garbo la propria invidia.
(Ambrose Bierce)

Dio v'ha fatto educabili. Voi dunque avete dovere d'educarvi per quanto è in voi, e diritto a che la società alla quale appartenete, non v'impedisca nella vostra opera educatrice, v'aiuti in essa e vi supplisca quando i mezzi d'educazione vi manchino.
(G. Mazzini)

Due vizi guastano spesso il bene ch'educando si tenta: la smania del parere, e il servile amore de' metodi. Perché, anco nel culto de' metodi nuovi può essere pedanteria; e sotto forma di più liberale insegnamento puossi far forza agl'intelletti ed agli animi. L'educazione attenta si piega alle occorrenze; impara a insegnare. Il buon maestro cammina co' teneri alunni; li studia.
(N. Tommaseo)

Durante i miei nove anni alle scuole superiori non sono riuscito a insegnare niente ai miei professori.
(Bertolt Brecht)

E' il peso più grave che si possa porre sulle spalle di un uomo.
(I. Kant)

E' una regola delle buone maniere quella di evitare le esagerazioni.
(Ralph Waldo Emerson)


Educare è sempre più facile che rieducare.
(A.S. Makarenko)

Educare l'uomo vuol dire dargli il senso della 'prospettiva', il senso, cioè, della gioia per le vie di domani.
(A.S. Makarenko)

Fa' tesoro, figlio mio, dei precetti di tuo padre e non lasciare la legge di tua madre. Tienli legati sopra il tuo cuore sempre e annodali al tuo collo.
(La Bibbia, Proverbi)

Fiacca è una educazione che chiamiamo indulgente: essa spezza tutte le forze della mente e del corpo.
(Quintiliano)

Fortunati voi che siete in collera, altrimenti avrei dovuto punirvi.
(Archita di Taranto)

Gli esseri umani nascono ignoranti, non stupidi: li rende tali l'educazione.
(C.-A. Helvétius)

Gli spartani rendono i fanciulli bestiali con le eccessive fatiche.
(Aristotele)

Gli spartani stimano buona cosa che i fanciulli non imparino musica né lettere.
(Isocrate)

Gli uomini prestano più attenzione alla razza dei loro cavalli e dei loro cani che a quella dei propri figli.
(William Penn)

Ho veduto spesso uomini ineducati per troppa educazione, e importuni per la loro cortesia.
(M. de Montaigne)

I giovani debbono imparare ad essere filiali in casa e rispettosi in società; debbono essere coscienziosi e onesti; amare inoltre tutto quanto il prossimo, allacciando amicizia con i migliori. Se, dopo aver agito conformemente a questi precetti, resta loro qualche energia, leggano libri.
(Confucio)

I miei problemi sono iniziati con la prima educazione. Andavo in una scuola per insegnanti disagiati.
(Woody Allen)

I nostri bimbi delle città vengono trattati non come prole di uomini, ma come bambole o adulti in miniatura, circondati da adulti infantilizzati che dalle loro esperienze vissute in città sono stati rovinati al punto da non sapere più nemmeno di quale ambiente ha bisogno l'uomo sino ai sei anni, sino ai quattordici, per non diventare poi un mendicante di indennizzi e di pensioni.
(A. Mitscherlich)

I riformatori radicali dell'educazione sono convinti che il bambino debba sfogare tutti i propri istinti; ciò significa che il bambino può arrivare al suo vero sviluppo unicamente se fa tutto ciò che vuole. Questi riformatori non vedono che con ciò gli adulti vengono ridotti a spettatori passivi di sfoghi infantili. Educare significa: porre dei limiti agli istinti ed avere la forza di pervenire a questo risultato [...] Vi è molto da discutere sui mezzi dell'educazione, non però sulla meta dell'educazione. Che i bambini tentino di ribellarsi alla pressione educativa, è cosa naturale. Facendo crescere dei bambini senza limitare il loro istinto si creano degli adulti incapaci di vivere in una comunità sociale.
(A. Aichhorm)

Il bambino deve essere approvato per i suoi successi: è una buona cosa ed è necessaria, perché altrimenti nessun bambino imparerebbe. Perché dovrebbe? Il compito essenziale dell'adulto è di non ostacolare, fin dove è possibile, le occasioni che si presentano al bambino di esprimersi, movendosi, parlando, cantando, toccando e provando, e di non pretendere che l'autocoscienza entri precocemente in azione.
(K. Mannheim/W.A. Stewart)

Il compito più arduo per certi bambini è imparare la buona creanza senza vederla praticata.
(Life and Health Magazine)

Il contenuto dell'educazione, di regola, è il contenuto dei nostri reali rapporti sociali, e cambierà solo all'interno di un più ampio cambiamento.
(R. Williams)

Il gran torto degli educatori è il volere che ai giovani piaccia quello che piace alla vecchiezza o alla maturità; che la vita giovanile non differisca dalla matura, di voler sopprimere la differenza dei gusti e dei desiderii; di volere che gli ammaestramenti, i comandi e la forza della necessità, suppliscano all'esperienza.
(G. Leopardi)

In questa epoca, tanti sono così ansiosi di educare il prossimo, che non hanno tempo per educare se stessi.
(O. Wilde)

Io credo che l'educazione sia il metodo fondamentale del progresso e della riforma sociale. Io credo che tutte le riforme che si appoggiano solo [...] su una minaccia di sanzioni penali non prevedano che cambiamenti nell'ordine meccanico e esteriore, non siano che cose effimere e sterili [...] Solo per mezzo dell'educazione la società può tracciare un suo chiaro disegno in vista dell'orientamento verso il quale essa desidera muoversi.
(J. Dewey)


Io voglio e vi ingiungo di fustigare mio figlio, il Delfino, ogni qualvolta egli sia ostinato o si comporti male, poiché so bene che al mondo non vi è per il suo caso nulla di meglio. Lo so per esperienza, avendone io stesso tratto vantaggio, poiché quando avevo la sua età anche io venni spesso frustato. Per questo io desidero che voi lo frustiate e che gli facciate capire il perché.
(Enrico IV di Francia)

La buona educazione consiste nel nascondere quanto bene pensiamo di noi stessi e quanto male degli altri.
(Mark Twain)

La casa può essere un laboratorio vivo dove s'impara come si fa.
(Danilo Dolci)

La cosa triste, a proposito dell'intelligenza artificiale, è che le manca l'artificio e quindi l'intelligenza.
(Jean Baudrillard)

La differenza tra un intellettuale e un operaio? L'operaio si lava le mani prima di pisciare e l'intellettuale dopo.
(Jacques Prévert)

La disciplina comporta delle scelte. Ogni volta che vi prefiggete un obiettivo, ne scartate molti altri.
(Sybil Stanton)

La disciplina ha la sua ragione d'essere in se stessa; è bene che l'uomo sia sottoposto ad una disciplina indipendentemente dagli atti che è costretto a compiere [...] Non c'è forma di attività sociale che possa fare a meno dell'appropriata disciplina morale.
(È. Durkheim)

La durezza di alcuni è preferibile alla delicatezza di altri.
(Kahlil Gibran)

La gentilezza consiste nell'amare la gente più di quanto essa non meriti.
(Joseph Joubert)

La natura dell'uomo è come un ribollire d'acqua. Aprite un passaggio ad est, ed essa scorrerà verso est; apritelo verso ovest ed essa scorrerà verso ovest. La natura dell'uomo è indifferente al bene e al male, così come l'acqua è indifferente all'est e all'ovest.
(Kao)

La ricompensa per chi adempie ad un dovere è la capacità di adempierne un altro.
(George Eliot)

La scienza è il capitano, e la pratica sono i soldati.
(Leonardo da Vinci)

La stupidaggine degli intelligenti, la goffaggine dei raffinati, dove hanno radice? Nella smania sfrenata d'imitazione.
(Hugo von Hofmannsthal)

La tendenza al piacere sessuale non deve essere né sorretta né repressa in modo particolare, ma deve essere tenuta nell'ambito naturale, come lo esige lo sviluppo.
(K. Schneider)

L'atto di disubbidienza, in quanto atto di libertà, è l'inizio della ragione.
(E. Fromm)

L'autentica disciplina non è paragonabile a una presenza che incombe su di te, pungolandoti e dandoti ordini; piuttosto, è al tuo fianco, ti incita e ti stimola. Quando capisci che la disciplina potenzia e non castiga, non ti ritrarrai nel sentirla nominare, ma la farai tua.
(Sybil Stanton)

L'autorità sui cuori ci è consentita ma non la si estorce e chi la pretende non l'ottiene. Guai se chi educa lascia da alcun atto o da alcuna parola intravedere ch'egli vuole vincolare quel libero arbitrio, che è la proprietà nostra più cara, o avvilire quella dignità che Iddio ha stampato in fronte alla natura umana.
(R. Lambruschini)

L'educazione è il pane dell'anima.
(Giuseppe Mazzini)

L'educazione è la nemica della saggezza, perché l'educazione rende necessarie tante cose, di cui per esser saggi si dovrebbe fare a meno.
(L. Pirandello)

L'educazione è l'azione esercitata dalle generazioni più anziane su coloro che non sono ancora pronti per la vita sociale. Il suo scopo è di risvegliare e sviluppare nel bambino quelle condizioni fisiche intellettuali e morali che sono richieste sia dalla società nel suo insieme, sia dall'ambiente al quale il bambino è specificamente destinato.
(È. Durkheim)


L'educazione è una bella cosa; tuttavia è bene ricordare, almeno una volta tanto, che nulla di ciò che veramente conta di conoscere può essere insegnato.
(O. Wilde)

L'educazione non è ciò che il maestro dà, ma è un processo naturale che si svolge spontaneamente nell'individuo umano; essa non si acquisisce ascoltando delle parole, ma per virtù di esperienze effettuate nell'ambiente. Il compito del maestro non è quello di parlare, ma di preparare e disporre una serie di motivi di attività culturali in un ambiente appositamente preparato.
(M. Montessori)

L'educazione va considerata come un processo di socializzazione, il processo mediante il quale il bambino viene inserito nel costume della società in cui vive.
(J. McDonald)

Lega un albero di fico nel modo in cui dovrebbe crescere, e quando sarai vecchio potrai sederti alla sua ombra.
(Charles Dickens)

Lìberati dalla terribile barriera dell'educazione, e tutto ti sembrerà più chiaro, semplice, lineare.
(A. Schweitzer)

L'indisciplina educa i mascalzoni: questo in risposta a chi afferma che le punizioni educano gli schiavi.
(A. Makarenko)

L'unico periodo in cui la mia educazione si è interrotta è stato quando andavo a scuola.
(George Bernard Shaw)

'Masticate come si deve' diceva il padre. E masticavano bene, e facevano ogni giorno una passeggiata di due ore e si lavavano con acqua fredda. Diventarono tutti uomini infelici e mediocri.
(A. Cechov)

Nella nostra infanzia c'è sempre un momento in cui una porta si apre e lascia entrare l'avvenire.
(Graham Greene)

Non conosco alcun caso in cui una educazione buona abbia portato a risultati cattivi.
(A.S. Makarenko)

Non credo si debba approvare tutto quello che un bambino fa, ma penso si debba approvare il bambino.
(B. Bettelheim)

Non è un'anima, non è un corpo che si educa; è un uomo: non bisogna dividerlo in due.
(M. de Montaigne)

Non far sì che gli studi interferiscano con la tua educazione.
(Anonimo)

Ogni forma di educazione è un atto di arbitrio.
(L. Longanesi)

Ogni sistema educativo deve essere giudicato non per ciò che concede ai pochi, ma per ciò che assicura ai molti, pur senza impedire ai pochi di andare anche più lontano.
(B. Bettelheim)

Oramai ciò che l'individuo incorpora nel suo tessuto mentale gli giunge assai più con l'impregnazione della mente immersa nella sfera dei messaggi che attraverso il processo razionale dell'educazione.
(A. Moles)

Parliamo spesso dell'influenza dell'esempio, ma dimentichiamo che diamo un esempio ai bambini tutto il tempo e non soltanto quando intendiamo farlo.
(S. Isaacs)

Per far crescere un bambino ci vuole un intero villaggio.
(Proverbio Africano)

Possiamo senz'altro definire l'educazione un'esortazione a superare il principio del piacere e a sostituirlo con quello della realtà.
(S. Freud)

Se ci aveste spiegato di meno, avremmo capito di più.
(On a wall)

Trovo che la televisione sia molto educativa. Ogni volta che qualcuno l'accende, vado in un'altra stanza e leggo un libro.
(Groucho Marx)

Tutta l'educazione è oggi terapia, nel senso della liberazione dell'uomo con tutti i mezzi a disposizione da una società in cui, presto o tardi, sarà trasformato in un bruto, anche se non se ne renderà più conto. L'educazione in questo senso è terapia, e ogni terapia è oggi teoria e pratica politica.
(H. Marcuse)

Tutta l'educazione proviene dalla madre.
(Aristotele)

Un gran numero di educatori moderni si studiano a mantenere l'uomo perpetuamente fanciullo.
(G. Capponi)


Iscriviti alla Newsletter


...per ricevere le nostre pillole di buonumore.