AFORISMI SULLA MORALE



A furia di leccare, qualcosa sulla lingua rimane sempre. (Ennio Flaiano)

A proposito di politica... ci sarebbe qualcosa da mangiare? Totò)


A re malvagio consiglier peggiore.
(Torquato Tasso)

All'anima pura tutte le cose paiono pure.
(Sacre Scritture)

Animali e uomini guardano all'utilità della specie e fondano la loro moralità sulla proprietà fisica della natura.
(Pëtr Kropotkin)

Bisogna sempre giocare lealmente, quando si hanno in mano le carte vincenti.
(Oscar Wilde)

Colui che sorride quando le cose vanno male, ha già trovato qualcuno cui dare la colpa.
(Arthur Bloch)

E' morale ciò che ti fa sentir bene dopo che l'hai fatto, è immorale ciò che invece ti fa sentire male.
(Ernest Hemingway)

Grandezza e progresso morale di una nazione si possono giudicare dal modo in cui tratta gli animali.
(Gandhi)

I politici hanno una loro etica. Tutta loro. Ed è una tacca più sotto di quella di un maniaco sessuale.
(Woody Allen)

Il bello è il simbolo del bene morale.
(Immanuel Kant)

Il contrario di quel che dico mi seduce come un mondo favoloso.
(Leo Longanesi)

Il divertimento è inesauribile, la serietà no.
(Jean Paul Richter)

Il moralista deve rinascere ogni volta. L'artista, una volta per tutte.
(Karl Kraus)

Il moralista, impegnato a predicare la virtù, difficilmente troverà il tempo di praticarla.
(Roberto Gervaso)

Il problema è che il 90% dei politici rovina il buon nome di tutto l'altro 10%.
(Henry Kissinger)


Il puritanesimo è l'ossessionante paura che qualcuno, da qualche parte, possa essere felice.
(Henry Louis Mencken)

In guerra, le considerazioni morali contano per i tre quarti, il rapporto delle forze reali solo per l'altro quarto.
(Napoleone I)

La corruzione di una repubblica nasce dal proliferare delle leggi.
(Tacito)

La moralità non è propriamente la dottrina del come renderci felici, ma di come dovremo diventare degni di possedere la felicità.
(Immanuel Kant)

La verità vi renderà liberi.
(Sacre Scritture)

Le azioni degli uomini sono le migliori interpreti dei loro pensieri.
(John Locke)

Le cose più belle della vita o sono immorali, o sono illegali, oppure fanno ingrassare.
(George Bernard Shaw)

Le donne immorali ti irritano, le donne buone ti annoiano.
(Oscar Wilde)

L'ironia è il pudore dell'umanità.
(Jules Renard)

L'istruzione è l'arte di rendere l'uomo etico.
(Georg Hegel)

Lo scandalo: chiacchiere rese noiose dal moralismo.
(Anonimo)

L'onestà è lodata da tutti, ma muore di freddo.
(Giovenale)

Non c'è nulla al mondo peggio delle donne impudiche, tranne forse le donne.
(Aristofane)

Non sono le idee che mi spaventano, ma le facce che rappresentano queste idee.
(Leo Longanesi)

Nulla è scandaloso quanto gli stracci e nessun crimine è vergognoso quanto la povertà.
(George Farquhar)

Più si invecchia, più si ama l'indecenza.
(Virginia Woolf)

Prima raccogli i fatti, così in seguito potrai distorcerli come ti pare.
(Mark Twain)

Quando il tempo è denaro, sembra morale risparmiarlo, specialmente il proprio.
(Theodor Wiesengrund Adorno)

Se la morale non urtasse, non verrebbe lesa.
(Karl Kraus)

Si deve smantellare la serietà degli avversari con il riso, e il riso avversare con la serietà.
(Umberto Eco)

Soldi, non moralità, questo è il principio delle nazioni civilizzate.
(Ashleigh Brilliant)

Una cosa buona non ci piace, se non ne siamo all'altezza.
(Friedrich Nietzsche)

Una donna facile è quella che ha la moralità sessuale di un uomo.
(Anonimo)

Una volta ottenuto il beneficio, il donatore è dimenticato.
(William Congreve)

Uomini onesti si lasciano corrompere in un solo caso: ogniqualvolta si presenti l'occasione.
(Gabriel Laub)

Vorrei meno corruzione o più occasioni per parteciparvi.
(Ashleigh Brilliant)


Iscriviti alla Newsletter


...per ricevere le nostre pillole di buonumore.